Novembre
Abramo Ferraresi
 
La nonnetta nello scialle
si rannicchia intirizzita,
piovon foglie, foglie gialle
sulla terra insonnolita.
Nubi fosche, nubi nere,
van pel cielo a stormi, a frotte,
calan rapide le sere,
scende rapida la notte.
Il novembre sta alla porta 
freddoloso e intabarrato,
poggia in terra la sua sporta
ed un sacco ben legato.
Scioglie il sacco: nebbia e neve
La va mal pei poverini!
Ma la sporta è colma e greve
di castagne pei bambini. 
 

Novembre

L'ANGOLO DELLA POESIA...e non solo...

 

 

E' dolce primavera

Alla selve, alle foglie dei boschi è dolce primavera;
a primavera gonfia la terra avida di semi.
Allora il Cielo, padre onnipotente, scende
Con piogge fertili
E accende ogni suo germe. Gli arbusti risuonano
Del canto degli uccelli, i prati rinverdiscono.
E i campi si aprono: si sparge la tenera acqua;
ora al nuovo sole si affidano i nuovi germogli.

                                         VIRGILIO